Attualità
Cesano Maderno

Un'area verde dedicata alle vittime della strada

Domenica, nell’area verde di via Dei Mille angolo via Garibaldi, saranno messi a dimora una ventina di alberi dagli scout della sezione Cngei.

Un'area verde dedicata alle vittime della strada
Attualità Seregnese, 23 Febbraio 2022 ore 13:59

Un'area verde a Cesano Maderno dedicata alle vittime della strada.

Un'area verde dedicata alle vittime della strada

Domenica 27 febbraio, alle 9.30, nell’area verde di via Dei Mille angolo via Garibaldi saranno messi a dimora una ventina di alberi dagli scout della sezione Cngei di Cesano Maderno: tredici querce, un sambuco, un gelso, un ginkgo biloba e due meli. L’area è prossima alla rotatoria dove è già stato piantato un ulivo. Integreranno queste piantumazioni ulteriori 30 alberature fornite da Solaris appartenenti a specie autoctone planiziali come querce, frassini e tassi.

Una targa in memoria delle vittime della strada

Alla valenza ambientale dell’iniziativa, si aggiunge il proposito di commemorare le vittime della strada: nelle prossime settimane sarà posizionata una targa in memoria di quanti hanno perso la vita in incidenti stradali. Una delibera di Giunta dello scorso novembre conteneva l’impegno a dedicare l’ulivo della rotatoria e la piantumazione nel vicino spazio verde alle troppe vittime della strada. Quell’impegno diviene adesso realtà.

L'impegno degli Scout Cngei

Alla cerimonia di piantumazione parteciperà l’assessore all’Ambiente Salvatore Ferro. Saranno presenti circa 30 scout della sezione Cngei di Cesano Maderno tra gli 8 e i 12 anni e alcuni più grandi del gruppo 12-16 anni. Saranno proprio loro a piantare gli alberi, con l’assistenza di Solaris. Una giornata significativa sul fronte ambientale, nel solco di manifestazioni tradizionali come la Festa dell’Albero, svolta in collaborazione con le associazioni cittadine, tra cui “Cesano Per Noi”, che da anni offre il proprio contributo all’iniziativa.

Festa dell'Albero e Giardino della Legalità

Quest’anno l’evento è stato inserito nel progetto riguardante l’area verde adiacente via Paolo VI angolo Fratelli Kennedy confiscata alla mafia e divenuta Giardino della legalità. Lo spazio è dedicato a Giorgio Ambrosoli e ha visto la posa della panchina rossa intitolata a Lea Garofalo, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. Un’iniziativa molto partecipata, in particolare dagli studenti delle scuole superiori cittadine che hanno realizzato una serie di lavori sul tema della legalità.

 “Come la Festa dell’Albero e l’inaugurazione del Giardino della Legalità - spiega l’assessore all’Ambiente Salvatore Ferro - anche le nuove piantumazioni di sabato prossimo saranno un momento straordinario di partecipazione dei cittadini e dei nostri bravissimi scout con l’obiettivo di aumentare la presenza di alberi in città e di creare nuovi spazi verdi ben tenuti. Spazi che siano anche luoghi della memoria, in questo caso per ricordare le vittime della strada. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato, in particolare gli scout per l’impegno e la dedizione alla causa della tutela e dello sviluppo del verde nella nostra città”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie