Cronaca
Solidarietà

"Il regalo di Carlotta", un'associazione per donare amore

Dopo che il loro angioletto è salito in Cielo a soli due anni, mamma Sara e papà Michele vogliono aiutare le famiglie bisognose.

"Il regalo di Carlotta", un'associazione per donare amore
Cronaca Seregnese, 25 Marzo 2021 ore 17:27

E' nata l'associazione "Il regalo di Carlotta" per aiutare le famiglie bisognose e donare amore.

E' nata l'associazione "Il regalo di Carlotta"

Il 15 ottobre 2020 la loro piccola di appena due anni è diventata un angioletto. Il 15 marzo, esattamente cinque mesi dopo, mamma Sara Aldeghi e papà Michele Bompignano hanno fondato «Il regalo di Carlotta». Un’associazione benefica, nata per ricordare la loro bimba, «rinata in Cielo», usando un’espressione che piace alla mamma, dopo aver combattuto con forza contro una rarissima forma di tumore al cervello. Un’associazione che vuole aiutare le famiglie bisognose del territorio.

"Da un semplice gesto nasce un flusso d'amore infinito"

Un’iniziativa, quella dei genitori da qualche anno residenti a Misinto ma rimasti legatissimi a Meda, scaturita dalla convinzione che «da un semplice gesto nasce un flusso d’amore infinito», come ricorda la frase che è il filo conduttore del sodalizio. «Da quando la nostra bimba non è più con noi fisicamente abbiamo voluto fare qualcosa per donare quell’amore che è come rimasto sospeso - spiega Sara - Non è facile, ma vogliamo trasformare il dolore che proviamo in qualcosa di positivo. E’ come se Carlotta, che tira i fili di tutto, ci dicesse che dobbiamo fare di più, dobbiamo riversare l’amore su chi ha più bisogno».

Un successo la raccolta fondi di Natale

Già nel periodo natalizio Sara e Michele avevano aiutato 110 famiglie tra Meda, Cabiate e Barlassina attraverso una raccolta fondi finalizzata a preparare pacchi alimentari. Un risultato molto positivo che li ha spinti a voler rendere sistematico e continuativo questo supporto. Da qui la nascita dell’associazione, in un giorno simbolico, anche se la data non è stata scelta volutamente: «Il 15 marzo era l’unica disponibile per il notaio. Ma di certo è un altro segnale che ci ha mandato la nostra piccola, per dirci che siamo sulla strada giusta». Un grande grazie va a chi ha permesso di far nascere tutto ciò, dando un grande sostegno ai genitori: «In primis mio fratello con mia cognata, le sorelle di Michele, le nipoti e gli amici, Paola Cattaneo del panificio di piazza Cavour a Meda e il suo compagno Paolo Riboldi, Annalisa Castelli, parrucchiera di Cabiate, e i due notai Paolo Tesauro Olivieri e Katia Grieco».

Tra i progetti concerti, eventi e un gruppo di ascolto

Tanti i progetti che Sara e Michele hanno in mente: «Vorremmo organizzare gare podistiche, eventi, concerti, ovviamente quando sarà possibile. E garantire la consegna, due volte al mese, di pacchi alle famiglie bisognose, nei quali oltre ai generi di prima necessità non deve mancare uno sfizio, una coccola, come una barretta di cioccolato che in molti non si possono permettere». L’idea è anche quella di creare un gruppo di ascolto per i genitori «che hanno subito una tragedia come la nostra e magari hanno bisogno di una parola di conforto».

L'iniziativa di Pasqua

Anche se è nata da pochi giorni l’associazione si è già messa in pista per la Pasqua: «Dopo Mattia Consonni, anche l’artista Miriam Chiarentin ha offerto un suo quadro, “Trascendenza”. Chi volesse aggiudicarselo può partecipare, con un contributo minimo di dieci euro, alla lotteria organizzata al panificio Cattaneo. L’opera andrà al primo numero estratto sulla ruota di Milano il 3 aprile». Tutto il ricavato dell’iniziativa sarà destinato alla raccolta alimentare. L’invito è di partecipare numerosi, «per innescare un flusso d’amore infinito».

Necrologie