Controlli

L’isolamento forzato a volte dà alla testa, raffica di denunce dei Carabinieri

A Bovisio un 27enne ha danneggiato l'ingresso di un supermercato, a Desio un 38enne ha aggredito lo zio, a Limbiate sei persone sororese a giocare a carte.

L’isolamento forzato a volte dà alla testa, raffica di denunce dei Carabinieri
Monza, 19 Marzo 2020 ore 09:30

L’isolamento forzato a volte dà alla testa, raffica di denunce dei Carabinieri. A Bovisio un 27enne ha danneggiato l’ingresso di un supermercato, a Desio un 38enne ha aggredito lo zio, a Limbiate sei persone sorprese a giocare a carte

Isolamento forzato dà alla testa, raffica di denunce dei Carabinieri

Ancora troppe persone che escono di casa senza un valido motivo. Ma in certi casi la permanenza forzata tra le mura domestiche ha causato comportamenti davvero eccessivi. In questi gioni sono state parecchie le denunce dei Carabinieri della Compagnia di Desio.

Spazientito per la fila al supermercato danneggia la vetrina

Davanti al Carrefour di Bovisio Masciago, sulla Nazionale dei Giovi, un marocchino di 27 anni era in coda per entrare al supermercato. Spazientito dall’attesa ha inizaito a infastidire gli altri clienti e la guardia giurata, poi ha superato la coda e ha cercato di entrare dall’uscita, causando un danno alla vetrata. Avvisati i Carabinieri, è accorsa una pattuglia dell’aliquota Radiomobile. Il 27enne è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti.

Fermato a Ceriano dopo aver acquistato droga

A Ceriano Laghetto un altro tossicodipendente è stato fermato nei pressi del Parco delle Groane, dove si era appena rifornito di droga. Stavolta i Carabinieri  hanno bloccato un 40enne residente a Milano mentre stava tornando in stazione. E’ stato deunciato perché si trovava fuori casa senza un motivo valido.

Al parchetto di Nova con 9,5 grammi di hashish

I movimenti sospetti di un 21enne in un parchetto in centro a Nova Milanese hanno attirato l’attenzione di alcuni residenti che hanno chiamato i Carabinieri. Il giovane, di nazionalità egiziana, è stato trovato in possesso di 9,5 grammi di hashish. E’ stato denunciato per  spaccio e perché era uscito di casa senza motivo.

Sopresi in tre nel parco a Lissone

Sempre in un parchetto, ma a Lissone in via Oslavia, sono stati sorpresi un ecuadoregno di 25 anni di Monza, un’italiana di 19 di Bernareggio e uno di 43 peruviano. Quest’ultimo è stato denunciato anche perchè irregolare.

A Limbiate si erano trovati per giocare a carte

Non erano usciti di casa ma si erano invece ritirovati  con  amici per giocare a carte, i sei limbiatesi denunciati dai Carabinieri. La segnalazione è arrivata probabilmente da alcuni vicini: quando i militari sono entrati in casa hanno trovato le persone, uomini e donne di età compresa tra i 50 e 75 anni, intenti a fare una partita. Nel loro caso è stato violato il divieto di formare assembramenti.

A Desio nipote aggredisce lo zio

L’episodio più grave è avvenuto a Desio in una palazzina di via Mantegazza, dove alcune vecchie tensioni tra parenti sono sfociate in violenza. Un 38enne, infastidito dai rumori provenienti da casa dello zio di 54 anni ha sfondato la porta del suo appartamento e lo ha aggredito.  A causa delle ferite riportate è stato necessario il trasporto in ospedale, dove i  medici gli hanno dato una prognosi di 30 giorni.

Leggi anche:

Violano il decreto sul Coronavirus: denunciati in otto in Brianza

Coronavirus, 13 denunciati per violazione delle norme

TORNA ALLA HOME

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia