Sassi contro la struttura di accoglienza a Monza, i sindacati “Gesto vergognoso. Le istituzioni intervengano”

L'episodio è avvenuto lunedì sera in via San Rocco. 

Sassi contro la struttura di accoglienza a Monza, i sindacati “Gesto vergognoso. Le istituzioni intervengano”
Monza, 23 Luglio 2020 ore 11:00

Sassi contro la struttura di accoglienza a Monza, i sindacati “Gesto vergognoso. Le istituzioni intervengano”. L’episodio è avvenuto lunedì sera in via San Rocco.

Sassi contro la struttura di accoglienza a Monza, i sindacati “Gesto vergognoso. Le istituzioni intervengano”

“Un gesto vergognoso, assurdo, violento e vile”.

Sono le parole utilizzate da Cigl, Cisl e Uil che attraverso un comunicato unitario hanno commentato il grave episodio avvenuto lunedì sera, 21 luglio, in via San Rocco a Monza. Qui, intorno alle 23, sono stati scagliati dei sassi contro una casa accoglienza per donne migranti, tutte in stato di quarantena dopo che una di loro è risultata positiva al Covid 19, e dove sono ospitati anche dei bambini.

QUI L’ARTICOLO E LE FOTO DELL’INTERVENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE 

Mentre sono in corso indagini per accertare i responsabili, le sigle sindacali stanno pensando ad una iniziativa di mobilitazione/presidio davanti alla struttura stessa insieme ad altre associazioni e realtà organizzate del territorio. Ma intanto, attraverso un comunicato, condannano il gesto, definito incompatibile con i principi fondamentali della Costituzione della nostra Repubblica.

“Ricordiamo il contenuto dell’Art. 3: “É compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”” si legge nel comunicato stampa unitario.

“Le istituzioni intervengano subito”

E ancora “Le istituzioni di governo del territorio, e in particolar modo il Comune di Monza, devono intervenire immediatamente affinché siano impediti e rimossi gli ostacoli a una convivenza civile caratterizzata da maggiore giustizia sociale. Quindi non solo esprimiamo solidarietà alle vittime di questo gesto “fascista” ma ribadiamo l’impegno del sindacato confederale affinché, nei luoghi di lavoro e nel nostro territorio, si affermino i valori della democrazia, dell’antifascismo, della accoglienza e della solidarietà. Ne siamo convinti tanto da aver contribuito, insieme a tante/i cittadine/i della Rete Brianza Accogliente e Solidale, alla straordinaria mobilitazione monzese del 23 Marzo 2019 ed anche riunendoci in Piazza a Vimercate nei giorni scorsi. Con questo nostro comunicato, insieme a lavoratori e pensionati, ci rivolgiamo alle donne e agli uomini che si riconoscono in questi valori della democrazia e dell’antifascismo.
Nei prossimi giorni ci mobiliteremo tutti insieme organizzando un presidio davanti alla sede della casa accoglienza di San Rocco così portando solidarietà, esprimendo condanna e presidiando la democrazia”.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia