Sorpresa

Clamoroso: si è dimesso il sindaco di Seveso Luca Allievi

L'annuncio arrivato pochi minuti fa in conferenza stampa. Durissime accuse sulla gestione delle vasche contenenti il materiale inquinato da diossina

Clamoroso: si è dimesso il sindaco di Seveso Luca Allievi
Politica Seregnese, 01 Luglio 2021 ore 19:25

Seveso, si dimette il sindaco Luca Allievi. L'annuncio è arrivato pochi minuti fa in conferenza stampa.

Il Consiglio annullato la goccia finale

Il sindaco Luca Allievi ha deciso di dimettersi dal proprio incarico. Lo ha annunciato pochi minuti fa in una conferenza stampa che si è svolta in Municipio. Una decisione che segnala come la spaccatura all'interno della maggioranza sevesina fosse ormai insanabile. La situazione all'interno della coalizione composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e dalla lista Allievi Sindaco (nata da alcuni consiglieri che si erano candidati con la Lega nelle ultime elezioni) si è fatta esplosiva soprattutto nelle ultime settimane. Il segnale, in particolar modo, era stato dato dalla mancata partecipazione dei rappresentanti di Forza Italia e Fratelli d'Italia al Consiglio comunale dello scorso 16 giugno. Consiglio che era stato poi annullato dopo che anche le forze d'opposizione avevano lasciato l'aula. Una scelta motivata dal fatto che le altre liste della coalizione avevano dichiarato di non sentirsi coinvolte nelle scelte della maggioranza.

Polemiche attorno a tanti temi

Una decisione, hanno riferito gli esponenti forzisti e di Fratelli d'Italia, che non è dipesa dal sindaco, viste le difficoltà affrontate da Allievi negli ultimi mesi. Per l'ormai ex primo cittadino la situazione non è stata certamente facile, con il Covid sconfitto dopo ben 38 giorni di ricovero in ospedale. Polemiche ruotate attorno a diversi temi: dalla situazione dell'ex Area Allocchio Bacchini a quella delle ex piscine, passando per il Bosco delle Querce e la gestione delle vasche finita nelle mani della Regione. Senza poi dimenticare la questione ferrovia, con il grosso punto interrogativo legato soprattutto al passaggio a livello di via Dante e alla sua chiusura e la realizzazione dell'eventuale sovrappasso pedonale.

Clima teso sin dall'inizio

L'aria all'interno della maggioranza era in realtà pesante sin dal primo giorno post-insediamento. Poco dopo la vittoria nelle elezioni amministrative di tre anni fa, le nomine fatte dal sindaco avevano scatenato e non poco la rabbia di Forza Italia. I forzisti si erano dichiarati da subito non coinvolti e non avevano accettato la decisione presa da Allievi di nominare come assessore Natale Alampi. Un clima di tensione immediato, dunque, e a nulla è servito, nell'aprile 2020, revocare le deleghe di Alampi e nominare la forzista Alessandra Bernini nuova presidente del Consiglio comunale a discapito del leghista Riccardo Sala. Una bomba ad orologeria che è esplosa pochi minuti fa con la decisione da parte del sindaco di dimettersi.

Le durissime accuse del sindaco

Nel corso del suo intervento l'ex sindaco ha rivolto accuse pesantissime

"Ho serenamente deciso di depositare, poco fa, presso il Comune di Seveso e la Prefettura di Monza, le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di primo cittadino. La scelta è stata ragionata, meditata e condivisa con tutti coloro che in questi tre anni hanno fattivamente e onestamente collaborato con me e che ho reputato meritevoli di essere coinvolti in questa decisione. Mi dimetto perché ci sono moltissime zone d'ombra che riguardano la gestione delle vasche contenenti materiale inquinato da TCDD (diossina), sottostanti il "Bosco delle Querce". Da una analisi effettuata con il supporto dell'Area Tecnica del Comune di Seveso non ho trovato i protocolli di monitoraggio delle vasche, appreso che l'impianto di depurazione dei percolati non è mai entrato in funzione, non ho accertato la presenza di sistemi di monitoraggio della staticità delle vasche e ho grossi dubbi sulle procedure usate per prelevare il percolato"

Alla domanda se intende presentare un esposto in Procura, Allevi ha risposto con un "No comment"

Necrologie